stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il neonato abbandonato a Paceco pronto a lasciare l'ospedale, una famiglia lo accoglierà
LE INDAGINI

Il neonato abbandonato a Paceco pronto a lasciare l'ospedale, una famiglia lo accoglierà

di
neonato abbandonato, paceco, Trapani, Cronaca
Carabinieri sul luogo del ritrovamento di Francesco Alberto

Francesco Alberto, il neonato ritrovato nella campagne di contrada Sciarrotta a Paceco, all'interno di un sacchetto di plastica, sta per terminare la normale terapia antibiotica preventiva, visto lo stato in cui è stato trovato, un lieve assideramento dovuto all'esposizione, subito dopo il parto, al sole e all'aria.

Il bambino si trova ricoverato nel reparto di Terapia intensiva di neonatologia al Sant'Antonio Abate di Trapani, affidato alle cure amorevoli di medici e infermieri, ormai dal tardo pomeriggio di martedì 4 ottobre.

Con tutta probabilità è possibile che già questa settimana possa essere dimesso dall'ospedale. La Procura dei Minori di Palermo si è messa al lavoro alla ricerca di una famiglia affidataria e da voci non confermate, questa potrebbe essere stata già individuata.

Il piccolo Francesco Alberto quindi a breve potrebbe già trovare serenità e amore all'interno di un nucleo familiare nuovo. Intanto proprio dalla Procura è arrivato il monito a calare l'attenzione su tutta la delicata vicenda e questo dopo la grande esposizione mediatica dei giorni successivi al ritrovamento del neonato, quando a più di una telecamera è stato permesso l'accesso a un luogo “fragile” vista la presenza di neonati e con particolari patologie.

Intanto gli investigatori dell'arma a Trapani continuano le loro indagini per risalire all'identità della mamma del piccolo e a chi può averla eventualmente aiutata a partorire. Non solo Paceco ma tutto il circondario è sotto la lente di ingrandimento delle forze dell'ordine che investigano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X