DA GDS IN EDICOLA

Bullismo a Mazara, aumenta il fenomento delle baby gang nelle periferie

di
BULLISMO, Trapani, Cronaca

«Sono un cittadino stanco di vedere i miei nipoti essere vittima di bulli e presunte baby gang, se così si possono chiamare, il problema in città è evidente». È un passaggio dell'accorata lettera di un cittadino di Mazara molto preoccupato di ciò che accade in città negli ultimi anni in fatto di violenza perpetrata da minori.

Ma l'autore della lettera va oltre: «I presunti bulli e baby gang arrivano dalle periferie, sappiamo quali sono , si riversano in centro città, compiendo atti di microcriminalità, esempio rubando soldi o cellulari a ragazzi più piccoli, spesso quello che fanno è pestare altri ragazzi, parlo di ragazzi dai 12 ai 15 anni, senza nessun motivo».

Come si diceva, da alcuni anni a questa parte a Mazara si sta registrando una escalation della microcriminalità: risse, furti, scippi e spaccio di droga. Un fenomeno che vede sempre più protagonisti, in negativo ovviamente, dei giovani, anche minorenni, autoctoni e di origine maghrebina o slava. Nell'ultimo anno è emerso in tutta la sua gravità il fenomeno del bullismo con la presenza di vere e proprie «baby gang» che non fanno dormire sonni tranquilli a moltissimi genitori e cittadini mazaresi.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X