stampa
Dimensione testo

L'addio di Marsala a Nicoletta: in migliaia per i funerali. Il vescovo: omicidio sotto l'influsso del diavolo

Folla alla Chiesa Madre di Marsala per i funerali di Nicoletta Indelicato, la ragazza di 24 anni uccisa una settimana fa con 12 coltellate e poi bruciata.  Tanta, tantissima gente. In migliaia, forse diecimila. Una folla immensa. Le esequie sono celebrate dal vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero. Il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, ha proclamato il lutto cittadino.

«Non sono arrivato in tempo, non sono riuscito a salvarla». Non si dà pace Damiano Indelicato, insegnante di matematica e scienze alle scuole medie, padre di Nicoletta.  Con le lacrime agli occhi, Indelicato ha detto ad amici e parenti che in questi giorni sono andati a trovare lui e la moglie che era sua intenzione rivolgersi ai carabinieri per capire quali fossero, negli ultimi mesi, le frequentazioni della figlia.

Proprio alla vigilia dell’omicidio Damiano Indelicato aveva deciso di recarsi in caserma il lunedì successivo. Ed invece la mattina di domenica 17 marzo c'è dovuto andato per denunciare la scomparsa della ragazza.  Il vescovo Domenico Mogavero nella sua omelia parla di delitto sotto "influsso del diavolo"

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X