stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Dopo Giarre, anche il Comune di Salemi riduce la Tari a chi adotta un cane
LOTTA AL RANDAGISMO

Dopo Giarre, anche il Comune di Salemi riduce la Tari a chi adotta un cane

animali, lotta al randagismo, tributi comunali, Trapani, Politica
Il rifugio del cane di Salemi

Dopo Giarre, Salemi. Obiettivo: incentivare l’adozione dei cani randagi ritrovati sul territorio comunale.

Il regolamento di adozione dei «migliori amici dell’uomo» approvato dal Consiglio comunale di Salemi prevede sgravi sulla Tari per chi decida di adottare un cane ospitato presso il rifugio sociosanitario del Comune o in altre strutture convenzionate con l’ente. Il regolamento, che conta 12 articoli, disciplina le modalità per l’ottenimento dello sconto della tassa sui rifiuti che avrà un limite massimo di 350 euro e che non sarà cumulabile con altre iniziative che prevedono sconti sullo stesso tipo di tributo.

Prevista anche la predisposizione di una sezione sul sito istituzionale del Comune delle foto, dei dati e delle caratteristiche dei cani che possono essere adottati. Le norme sono state discusse dalla prima e dalla terza commissione consiliare, presiedute rispettivamente da Pietro Crimi e Federica Armata, in seduta comune e successivamente approvate dall’Aula. «L'approvazione del regolamento che prevede sgravi Tari sulle adozioni dei cani è una splendida notizia - commenta il sindaco di Salemi, Domenico Venuti -. Da parte mia un plauso a questa iniziativa consiliare».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X