stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Mazara, il Ponte di Boccarena chiuso: i residenti pagheranno il bus
LA PROTESTA

Mazara, il Ponte di Boccarena chiuso: i residenti pagheranno il bus

di
Trapani, Politica
Il ponte chiuso

«Veniamo a sapere dal Comune di Mazara che noi, residenti di Boccarena dovremmo pagare un euro a corsa per usufruire del pullman messo a disposizione. Chiediamo al primo cittadino, al quale avevamo già chiesto di rendere gratuito questo servizio per i residenti di Boccarena e all’intero Consiglio comunale di rettificare questa decisione. Subiamo da mesi la chiusura del ponte, non si vede un operaio e siamo costretti ad effettuare un percorso alternativo lungo e pericoloso per raggiungere il resto della Città, pertanto diciamo assolutamente no al biglietto a pagamento, il Comitato non ci sta». È la protesta dei residenti in questo quartiere il cui ponte, dal 9 settembre scorso è stato chiuso al traffico ed anche ai pedoni perché «ammalorato» in alcune parti.

Due giorni fa l’amministrazione comunale ha deciso di potenziare il servizio di trasporto da e per Bocca Arena, che è operativo dal lunedì al sabato, quindi esclusi i festivi. L’amministrazione comunale di Mazara ha raggiunto un accordo con l’Autoservizi Siberiana. Sono previste 15 corse al giorno, di cui 11 dalle 7, 20 alle 8 e 4 nel pomeriggio dalle 14, 35 alle 15. Altrettante corse al ritorno a partire dalle 12, 30. Ultima corsa alle ore 19. Il costo del biglietto è di un euro, una decisione che viene contestata dagli abitanti del quartiere.

La precisazione dell’assessore Vincenzo Giacalone: «L’attivazione della nuova linea è stata possibile grazie all’estensione del servizio di trasporto pubblico, già aggiudicato in precedenza per il periodo di tre anni, con una parte dei costi del servizio a carico del Comune ed una parte da coprire con la vendita dei biglietti. Il nuovo servizio –sottolinea l’assessore- è stato quindi attivato alle stesse condizioni della precedente aggiudicazione e con parità di trattamento per tutti i cittadini, siano essi di Mazara 2, Borgata Costiera o quartiere Bocca Arena. Pertanto, nessuna discriminazione è stata posta in essere per i cittadini del quartiere Bocca Arena». Intanto i lavori per la funzionalità del ponte per pedoni e mezzi motorizzati, sono ancora fermi mentre non mancano le proteste dei cittadini residenti anche per il percorso alternativo che però è pericoloso e al buio. Viene denunciata anche la mancata collocazione di marcatori luminosi, cosiddetti «occhi di gatto», anche nel tratto compreso tra la via Margi e la via Treviso che, tra l’altro, rappresenta il tragitto più pericoloso e tortuoso per la presenza di curve che riducono, ulteriormente, la visibilità. Infine viene descritta la pericolosità per la mancanza di guard-rail proprio in un punto prospiciente un dirupo. Viene richiesto, pertanto, un pronto intervento su questo percorso alternativo e l’inizio dei lavori per la ristrutturazione del ponte che dovrebbe essere consegnato entro il mese di Agosto, come da bando di gara. Ora, finalmente, si registra un servizio pubblico ausiliario più adeguato per garantire ai cittadini residenti di potere scendere e risalire in Città.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X