stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Pnrr, sono 90 i milioni in arrivo per le reti idriche di Marsala, Mazara e Petrosino
ACQUA

Pnrr, sono 90 i milioni in arrivo per le reti idriche di Marsala, Mazara e Petrosino

I Comuni di Marsala, Petrosino e Mazara del Vallo rendono noto di avere ottenuto un finanziamento di 90 milioni di euro (fondi del Pnrr e del Fondo sociale europeo) per il potenziamento della rete idrica. Ad annunciarlo è una nota del Comune di Marsala, secondo la quale, dunque, i fondi sono decisamente di più dei quasi 71 milioni annunciati a metà gennaio da Siciliacque.

La nota di oggi riporta anche una dichiarazione congiunta dei tre sindaci, Massimo Grillo Marsala), Gaspare Giacalone (Petrosino) e Salvatore Quinci (Mazara), che affermano: «In un momento in cui le città si trovano a fronteggiare la nota emergenza idrica, si tratta di un risultato che ci fa guardare con fiducia al futuro poiché grazie a questo intervento il problema non continuerà a ripresentarsi ciclicamente negli anni a venire». Il finanziamento, spiega la nota, consentirà «il potenziamento della rete idrica e il collegamento con Montescuro, così da fare arrivare acqua potabile in tutte le abitazioni di Marsala e di altre città della Sicilia sud occidentale».

Aggiungendo che la notizia, definita «epocale», è stata comunicata da Siciliacque. «Si tratta di un’opera che il nostro territorio aspettava da troppo tempo - dice il sindaco Grillo - e che risolverà in modo pressoché definitivo due problemi annosi del nostro territorio: l’impoverimento delle falde acquifere e l’inquinamento dell’acqua che viene distribuita dalla rete idrica comunale. In un momento in cui la città si trova a fronteggiare la nota emergenza idrica di un risultato che ci fa guardare con fiducia al futuro».

«Le nostre falde acquifere - ha aggiunto il sindaco Quinci - tendono sempre più ad esaurirsi e sono soggette al problema nitrati. Pertanto potere contare su un’altra e sicura fonte di approvvigionamento idrico per gli anni a venire è una strada obbligata che potrà consentirci di fornire ai nostri cittadini un l’acqua in maniera costante e soprattutto di qualità, superando l’increscioso problema che stiamo attraversando. È un intervento auspicato da tempo». I lavori dovrebbero iniziare nell’autunno 2023, per concludersi nel 2026.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X