stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Detrazione Tari per le fasce deboli Il Pd prova a raddoppiare i fondi
PALAZZO CAVARETTA

Detrazione Tari per le fasce deboli
Il Pd prova a raddoppiare i fondi

di
Da 80 a 160 mila euro, prelevando le somme non spese per il ricovero di cani randagi

TRAPANI. Raddoppiare il fondo riservato alla deduzione ed alla detrazione della Tari. A questo mira l’emendamento al Bilancio che questa mattina verrà presentato alla presidenza del consiglio comunale da parte del gruppo consiliare del Partito democratico. Lo strumento finanziario approderà in aula il primo dicembre, così come è stato deciso nel corso della conferenza dei capigruppo, ed i vari consiglieri stanno cercando di capire dove si possa intervenire per modificare qualcosa, in quanto, dato che il Bilancio verrà approvato a dicembre, più che altro si tratta di un rendiconto delle spese che sono state già sostenute. Per il Partito democratico, invece, qualcosa si può ancora modificare. Soprattutto nella voce relativa alla deduzione ed alla detrazione della Tari.

«Lasciando intatte le soglie per accedervi — spiega Enzo Abbruscato, capogruppo del Partito democratico —, riteniamo che gli 80 mila euro previsti dall’amministrazione siano una somma esigua. Riteniamo, quindi, che si possa incrementarla per aiutare in misura maggiore le famiglie che già si trovano in difficoltà economica e che, pertanto, hanno diritto ad un maggiore sostegno da parte dell’amministrazione comunale».

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X