stampa
Dimensione testo
OPERAZIONE EDEN 2

Castelvetrano, Giambalvo sospeso da Articolo 4 dopo l'arresto

di
Il direttivo del movimento politico ha deciso di sospendere il consigliere in attesa che chiarisca la sua posizione con la magistratura

CASTELVETRANO. L’operazione “Eden 2” ha lasciato il segno nella politica cittadina. In attesa della possibile sospensione da parte del Prefetto di Trapani, per il consigliere Calogero Giambalvo è arrivato lo stop da “Articolo 4”, movimento a cui apparteneva.

«Il direttivo provinciale del movimento politico “Articolo 4”, -si legge nella nota- riunitosi a Castelvetrano, unitamente al direttivo e al gruppo consiliare locale, a seguito dei noti fatti di cronaca registratisi a Castelvetrano, relativamente all’operazione Eden, che ha portato all’arresto di presunti affiliati al clan Messina Denaro, nel compiacersi con la Magistratura e le Forze dell’Ordine per l’operato svolto, ribadisce la propria netta condanna contro ogni qualsivoglia forma di criminalità e di organizzazione mafiosa. Pertanto, concorda di sospendere il consigliere Calogero Giambalvo dal Movimento nelle more che lo stesso possa al più presto fare chiarezza nei confronti dell’Autorità Giudiziaria». Giambalvo ha sempre partecipato alla vita politica del gruppo fin dal suo nascere. E mercoledi sera, anche il consiglio comunale di Castelvetrano all’unanimità dei capi gruppo ha approvato un documento di condanna della mafia e dell’agire mafioso, complimentandosi per l’operato degli inquirenti. «I fatti accaduti- scrivono i consiglieri- rafforzano la volontà di questo consiglio nel proseguire l’azione per la legalità e per il contrasto al fenomeno mafioso».

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI TRAPANI DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X