stampa
Dimensione testo
IL DECRETO

Trapani, da Roma arrivano cinque milioni per l'aeroporto Birgi

E' un risarcimento per le operazioni militari del 2011 in Libia, che causarono la chiusura dello scalo

ROMA Firmato dal sottosegretario Graziano Delrio il decreto per lo stanziamento della prima tranche dei dieci milioni di euro, a suo tempo annunciati, quale ristoro per la chiusura dell'aeroporto «Vincenzo Florio» di Birgi avvenuta nel 2011 in occasione delle operazioni militare in Libia. La prima tranche ammonta a 5 milioni di euro. Destinatari dei «ristori» sono, nella misura del 50%, l’Airgest, società che gestisce lo scalo aeroportuale di Trapani Birgi, e il Libero consorzio di Trapani (ex Provincia). L’Airgest impiegherà i fondi erogati dal Governo nazionale come compensazione del debito nei confronti dell’Enac. Il Libero consorzio dovrebbe impiegarli, tra l’altro, per incentivare il turismo nel territorio trapanese. Tuttavia, al momento, non c’è assoluta chiarezza sul destinatario di questa prima tranche. Soddisfazione, per la firma del decreto è stata espressa dalla senatrice Pamela Orrù (Pd), dal senatore Antonio D’Alì (Fi) e dal commissario dell’ex Provincia Ignazio Tozzo.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X