LA FESTA

Alcamo: al via la festa della Patrona tra riti religiosi, musica e spettacoli

di

Ai nastri di partenza la festa della Patrona in città con un pizzico di curiosità in più rispetto alle ultime edizioni considerando il notevole sforzo economico del Comune che ha stanziato oltre 70 mila euro, cifre che da tempo non si vedevano per eventi di spettacolo e culturali.

Si parte oggi per arrivare all'epilogo il 21 giugno, come da tradizione, con la processione di Maria Santissima dei Miracoli. La città in questi giorni di frenetici preparatici comincia a vestirsi a festa: già nel principale corso VI Aprile, in piazza Ciullo e nelle arterie limitrofe del centro storico sono state installate le artistiche luminarie che accenderanno le prossime notti degli alcamesi. A dare un importante contributo nel colorare la città ci ha pensato l'eclettica artista Piera Romano, alcamese di 47 anni.

Sarà lei la "regina" di una nutrita fetta del centro storico che vestirà davvero ad arte con la sua mostra di arte, artigianato e creatività in strada dal titolo “A cielo Aperto”. Ad essere coinvolti diversi artisti ed artigiani in diverse espressioni d'arte: pittura, disegno, fotografia, ceramica, oggettistica handmade, artigianato artistico ed altro ancora. Oltre ai caratteristici e coloratissimi ombrelli sospesi in aria in modo ordinato con dei fili e alle sfere giganti, sta creando una “sfilata” di tele pittoriche ed oggetti “unici” che si svolgerà su quasi l'intero quartiere antistante la Basilica di Santa Maria Assunta per un percorso lungo circa mezzo chilometro. Coinvolte un gran numero di associazioni tra le più rappresentative della città, tra cui la Pro Loco, i Cavalieri dei Conti di Modica, Jacopone da Todi, Amici della musica, Fidapa, ed altre ancora.

Nei prossimi giorni ci saranno anche sbandieratori, artisti di strada, musica, corteo in abiti d'epoca, fuochi d'artificio, opera dei pupi e tanti spettacoli accompagneranno i riti religiosi. Tra gli appuntamenti ricreativi più importanti: il 17 giugno il concerto di Giacomo Tantillo, giovane trombettista e compositore con importanti collaborazioni professionali; il 18 giugno il villaggio medievale, lo spettacolo di fuoco e la “passeggiata dei nobili” in costume al Castello dei Conti di Modica; nella stessa giornata lo spettacolo di cabaret di Roberto Lipari in piazza Ciullo; altro concerto in piazza Ciullo il 19 giugno con Alessio Bondì, cantautore atipico tra afro punk e dialetto, reduce da un importante tournee con Max Gazzè; altro momento clou la rievocazione storica di Ferdinando Vega, governatore di Alcamo, che fece costruire il Santuario, prevista il 20 giugno con una cinquantina di figuranti che indosseranno costumi medievali; infine il 21 giugno dopo la processione il tradizionale e spettacolare gioco dei fuochi d'artificio che tiene tutti con il naso all'insù dal “Bastione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X