Escursione a Erice, il Cai alla scoperta del bosco del Giacolamaro

di

Non solo trekking. Quando si va in escursione, in montagna come nei sentieri di un bosco, bisogna sempre sapersi orientare. Meglio se con i metodi tradizionali, usando bussola e carta topografica.

Proprio per imparare ad orientarsi in montagna, il Cai di Erice, da diversi anni attivo dell'Agroericino, ha organizzato una intensa due giorni di formazione. Il primo appuntamento è stato dedicato alla teoria, con un seminario tenuto dalla guida Cai Rocco Chinnici nella sede di via Apollonis.

Durante l'incontro l'esperto Ase ha illustrato le nozioni base di orientamento, a partire dai concetti di topografia e cartografia, parlando di latitudine e longitudine, meridiani e paralleli. Per poi passare alle coordinate geografiche ed ai sistemi Utm, soffermandosi sulle scale di riduzione e sulle curve di livello. Il tutto per riuscire ad arrivare al rilevamento di un azimut, che è stato sperimentato dai soci Cai nel corso dell'esercitazione sul campo tenuta, il giorno dopo del seminario, a monte Sparagio. Armati di bussola e carta topografica in scala 1:10.000 i partecipanti all'iniziativa sono andati alla ricerca delle dieci lanterne nascoste dagli organizzatori nel bosco del Giacolamaro.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X