stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Campobello di Mazara, non si ferma all'Alt dei carabinieri e provoca un incidente con 6 auto
AI DOMICILIARI

Campobello di Mazara, non si ferma all'Alt dei carabinieri e provoca un incidente con 6 auto

Rocambolesco incidente ieri sera a Campobello di Mazara con sei auto coinvolte nel pieno centro cittadino. Protagonista e autore dello scontro, è stato C.F. 36enne di Castelvetrano, già noto alle forze dell'ordine. Soltanto qualche giorno fa era stato trovato a bordo di un’auto sprovvisto di patente e in possesso di 40 grammi di cocaina.

L'uomo, al volante di una Nissan Patrol, dopo aver tamponato violentemente un’auto in sosta, ha percorso a velocità sostenuta via Vittorio Emanuele III. Una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara, notando il fuoristrada ha ordinato  l' Alt ma l’uomo invece di fermarsi per i dovuti controlli, ha accellerato nel vano tentativo di sottrarsi alla pattuglia.

C.F., però, tra via Roma e via Garibaldi, in violazione della segnaletica stradale che indicava lo stop ha colpito un’autovettura Audi A4 e il violento impatto ha provocato il danneggiamento di altre tre auto parcheggiate. Fortunatamente il conducente dell’Audi distrutta non ha riportato lesioni gravi ed è stato giudicato guaribile con sette giorni di prognosi.

Considerate le palesi violazioni riscontrate, la guida senza patente perché ritirata, il rifiuto di sottoposizione agli accertamenti alcolimetrici e per l’assunzione di stupefacenti, il rifiuto di fornire indicazione sulla propria identità personale, la resistenza opposta nei confronti dei militari operanti, la gravità del fatto e la pericolosità del soggetto l’uomo, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria, in attesa di esser giudicato con rito direttissimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X