stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pescatori liberati, il vescovo di Mazara ai parenti: "Accogliete il loro dolore e trasfiguratelo col vostro affetto"
L'INVITO

Pescatori liberati, il vescovo di Mazara ai parenti: "Accogliete il loro dolore e trasfiguratelo col vostro affetto"

pescatori arrestati, Domenico Mogavero, Trapani, Cronaca
Domenico Mogavero

"Non lasciatevi condizionare dai loro racconti: hanno bisogno di parlare, non fate loro domande ma accogliete il loro dolore e trasfiguratelo col vostro affetto". E' l'invito che il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, ha rivolto ai parenti dei 18 marinai sequestrati e poi liberati in Libia, che arriveranno domani in Sicilia.

L'occasione è stata la consegna ai parenti dei pescatori di un assegno di mille euro, per ognuna delle diciotto famiglie, da parte di due imprenditori del luogo, Antonio e Vincenzo Cancascì, titolari della Levantoil, azienda che commercia carburante.

La cerimonia si è svolta nell'aula consiliare del municipio di Mazara del Vallo. "Ora bisogna fare festa - ha continuato il vescovo - Non si resiste al dolore ma neanche alla gioia. Non so se le misure anticovid consentiranno di festeggiare come si deve, ma ciò che è rimandato non è annullato. Intanto la festa prosegue mentre seguiamo i nostri uomini lungo il tragitto da Bengasi a casa. Questo non è il momento di piangere, se non lacrime di balsamo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X