stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

A Trapani spazi pubblici solo ad antifascisti: il Tar deciderà sulla legittimità

di

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia ha fissato per il prossimo 18 settembre, alle ore 9, la camera di consiglio per il giudizio cautelare relativo al ricorso presentato Michele Rallo e da Giuseppe Bica contro la delibera del Consiglio comunale di Trapani che subordina la concessione di spazi pubblici ad una preventiva dichiarazione di antifascismo.

I due esponenti di Alleanza Trapanese, in disaccordo con la presa di posizione del massimo consesso cittadino, avevano presentato un'istanza di concessione di suolo pubblico. Adesso la questione sarà oggetto di decisione da parte del Tar.

La richiesta era stata studiata: un pretesto per «smontare» una parte del regolamento di arredo urbano che nello scorso marzo ha visto delle modifiche importanti non condivise da tutta l'aula. All'articolo 3 del regolamento, infatti, è stato aggiunto il seguente comma: «il richiedente l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico dovrà sottoscrivere una dichiarazione nella quale attesti: di riconoscersi nei principi e nelle norme della Costituzione Italiana e di ripudiare il fascismo e il nazismo».

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X