DAL GDS IN EDICOLA

Mafia a Trapani, i boss ora sperano nella cattura del superlatitante Messina Denaro

arresti mafia, mafia trapani, scommesse online, Calogero Luppino, Matteo Messina Denaro, Trapani, Cronaca
Matteo Messina Denaro

«Fino a quando non prendono a “questo” siamo tutti consumati... perché ti legano tutti a questo deficiente»: sono chiare parole di insofferenza contro il superlatitante Matteo Messina Denaro quelle pronunciate da Calogero Jonn Luppino, arrestato ieri dai carabinieri nel blitz "Mafiabet" nel Trapanese.

Considerato il "re" delle scommesse online, i cui proventi sarebbero serviti anche per finanziare la famiglia del boss di Castelvetrano, in questo dialogo Luppino parla con lo zio Salvatore Giorgi, anche lui arrestato nel blitz di ieri. Il dialogo è riportato in un articolo di Laura Spanò sul Giornale di Sicilia in edicola.

Così se da una parte il clan finanzia la sua latitanza, dall’altra gli stessi appartenenti alla cosca non nascondono una certa insofferenza nei confronti del boss, che per loro è la causa di tanti problemi.

Mafia e scommesse nel Trapanese, ecco chi sono gli arrestati: nomi e foto

Tutti i dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X