stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Processo Rostagno: i depistaggi al centro di un convegno
L'ANNIVERSARIO

Processo Rostagno: i depistaggi al centro di un convegno

di
La tavola rotonda è stata anche l’occasione per parlare di come si è arrivati ad imprimere un’accelerazione alle indagini alla vigilia della definitiva archiviazione

TRAPANI. L’approvazione, in tempi rapidi, del disegno di legge che prevede l’introduzione del reato di “inquinamento processuale e depistaggio”. Il messaggio è stato lanciato – nel ventisettesimo anniversario dell’omicidio di Mauro Rostagno - dal Molino Excelsior di Valderice, nell’ambito della tavola rotonda “Anatomia della sentenza Rostagno. Prima parte: i depistaggi”, organizzata da “Ciao Mauro” (in collaborazione con il Comune di Valderice, Libera ed Articolo 21), a cui hanno partecipato e che la senatrice Rosaria Capacchione, membro della Commissione parlamentare antimafia e il giornalista Rino Giacalone.

Durante l’incontro, l’attrice trapanese Tiziana Ciotta si è cimentata nella lettura scenica di un brano “ Il depistaggio io l’ho visto”, liberamente tratto dall’ultimo libro di Benedetta Tobagi. Una rappresentazione salutata con un caloroso applauso del pubblico. In platea, c’erano, tra gli altri, i senatori Pamela Orrù e Vincenzo Santangelo ed il sindaco di Erice, Giacomo Tranchida. Nessun rappresentante delle forze di polizia e della magistratura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X