COMUNE

Un vigile di quartiere a Trapani deterrente anche per le «baby gang»

di
L’iniziativa del sindaco Vito Damiano subito accolta dal comandante

TRAPANI. Una nuova figura per rispondere, in maniera celere, alle istanze di sicurezza avanzate dai commercianti e dai residenti del centro storico vittime di baby gang, spalleggiate da maggiorenni. Istituito il “Poliziotto municipale di quartiere” destinato a diventare il punto di riferimento di abitanti e negozianti e fare da deterrente agli episodi di bullismo e alle aggressioni che avevano creato allarme. L’iniziativa è stata del sindaco Vito Damiano subito accolta dal comandante della polizia municipale Biagio De Lio. Il “casco bianco”, appiedato, sarà presente sul territorio ed opererà con una modalità aperta al dialogo con i cittadini e con le istituzioni, pronto ad intervenire in caso di situazioni di emergenza.

“La funzione del poliziotto municipale di quartiere – spiega il sindaco Vito Damiano– è finalizzata principalmente ad un controllo conoscitivo del territorio tramite un contatto, diretto, con le persone che vivono e lavorano nel centro storico per carpirne e prevenire le insicurezze soprattutto dopo i recenti casi di bullismo che si sono consumasti nella Trapani vecchia”. Anche la polizia municipale, assieme alle altre forze di polizia, è stata impiegata, con successo, nelle operazioni di controllo del territorio, intensificatisi, soprattutto, durante il fine settimana e incentrate in particolare nei luoghi della movida presi d’assalto da giovani e giovanissimi. Una presenza della quei vigili urbani assai gradita dalla gente.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X