stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uso improprio dell'auto blu: assolto il sindaco Damiano
TRAPANI

Uso improprio dell'auto blu: assolto il sindaco Damiano

L'episodio riguardò una partita di calcio

TRAPANI. Il gup ha assolto il sindaco di Trapani, Vito Damiano, dall'accusa di peculato. Il primo cittadino era accusato di uso improprio dell'auto blu: in particolare gli era stato contestato di essersi recato con l'auto allo stadio comunale per seguire una partita e in due occasioni a Valderice dal barbiere. Il pm aveva chiesto 4 mesi di reclusione.

Quella di avere usato l'auto di servizio "per ragioni istituzionali" era stata la tesi sostenuta da Damiano già quando ha annunciato di avere ricevuto l'avviso di garanzia. E' stato lui stesso, infatti, a darne notizia a margine di una conferenza stampa che era stata convocata nel mese di novembre 2013 sul tema della Zona Franca Urbana.  Un'iniziativa che, spiegò sostanzialmente il sindaco, egli aveva assunto per evitare che divenisse "pubblica nei corridoi" e per "una questione di trasparenza e di rispetto nei confronti di chi fa informazione. Se, poi, se le ragioni istituzionali possono essere interpretate - l'unica considerazione - è un altro discorso".

Il procedimento a carico del sindaco trapanese era iniziato lo scorso 21 maggio con rito abbreviato. L'accusa era quella di peculato, per aver usato l'auto blu di servizio per scopi non istituzionali, come una partita di calcio allo stadio.  Una serie  documenti per dimostrare che la partecipazione, in veste di spettatore, del sindaco Vito Damiano alle partite di calcio era avvenuta a titolo istituzionale erano stati presentati  l'avvocato Gino Bosco, legale del sindaco.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X