stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Goleada del Trapani a Ragusa, il Licata vince in rimonta, il derby etneo al Catania
SERIE D

Goleada del Trapani a Ragusa, il Licata vince in rimonta, il derby etneo al Catania

Serie D, Trapani, Calcio
Olger Merkaj del Trapani (qui contro la Sancataldese) ha realizzato una doppietta

Manita del Trapani di Monticciolo sul Ragusa nel campionato di Serie D girone I (13.a giornata). La capolista Catania continua la sua marcia, vincendo anche il derby etneo con l'Acireale. Bel successo in casa del Licata contro il Real Aversa, mentre il Canicattì viene sconfitto a Locri. Tre gol di Cicirello regalano la vittoria al Sant'Agata. Sonora sconfitta interna del Paternò.

La goleada dei granata

Allo stadio Campo i granata vincono per 5 a 1 sui padroni di casa. Una partita segnata dalle cattive condizioni del manto erboso e dal forte vento, ma anche dalle espulsioni che hanno riguardato entrambe le squadre.

Al primo minuto arriva la doppia espulsione di Cacciola e di Mascari per reciproche scorrettezze e le due squadre si ritrovano subito in dieci. Al 5' Trapani in attacco con Romano che ci prova da fuori area, ma nulla da fare. Al 24' Kosovan su punizione colpisce il palo. Al 28’ la seconda espulsione per i padroni di casa. Randis, già ammonito, si prende il secondo giallo e lascia in nove contro dieci i suoi compagni. Al 35′ viene espulso l'allenatore ragusano Raciti per proteste a seguito di un contatto di Kosovan con un giocatore ibleo. Al 36’ Trapani in vantaggio: calcio d’angolo, palla in area, mischia con Carboni che tocca e mette dentro. Ragusa 0-Trapani 1. Il raddoppio dei granata arriva al 43’. Il Ragusa perde palla in ripartenza, la intercetta Romano, che la rimette al centro, la palla accompagnata dal vento supera Busà e si infila direttamente in rete.

Nella ripresa, al 5′, il terzo gol granata. Cangemi da fuori area supera Busà e mette in rete. Sembra che la partita sia finita, ma i padroni di casa hanno una reazione. Al 16' contropiede per il Ragusa che riapre il match: Varela realizza con un colpo di testa, facendosi trovare pronto su un cross di Catalano dalla sinistra. La partita sembra riaprirsi, ma a smorzare l'entusiasmo dei padroni di casa al 29′ pensa Merkaj, che non sbaglia a tu per tu con Busà. Infine, al 31′, ancora Merkaj infila tra palo e portiere e sigla la doppietta personale.

Cuore Licata

Vittoria con il cuore per il Licata che batte un coriaceo Real Aversa e conquista tre punti importanti per il prosieguo della stagione. Al 36’ il Licata spreca la chance più ghiotta. Rotulo viene agganciato in area, è rigore, ma lo stesso Rotulo si fa ipnotizzare da Russo, che devia. Nel secondo tempo la squadra ospite entra in campo determinata e prima al 4’ è bravo Valenti in tuffo ad anticipare Petricciuolo, poi al 5’ va in vantaggio con un cross di Cavallo che sfugge dalle mani di Valenti e termina in rete. Azioni pericolose da una parte e dell'altra fino al 26’: angolo per il Licata con Rotulo che pesca Cappello che di testa pareggia. Al 36’ Ouattara serve Rotulo che entra in area ed approfitta di un errore del portiere per segnare la rete della vittoria. Il Real Aversa prova a riacciuffare il pareggio ma la squadra di Romano regge nonostante l’espulsione di Pedalino.

Canicattì senza scampo

Alla fine il Canicattì va a chiedere scusa al nutrito gruppo di tifosi arrivato a Locri, in Calabria, per sostenere i biancorossi. Padroni di casa in vantaggio già al l 13’ del primo tempo: Carella viene messo giù in area ed è rigore, dagli undici metri Larosa non lascia scampo a Scuffia. Nella ripresa il Locri raddoppia al 14’, quando Larosa ruba palla, scarica su Ficara, che serve Paviglianiti, il quale regala a Carella il pallone da scaricare in rete. A questo punto gli amaranto vanno sulle ali dell’entusiasmo e sfruttano ogni errore siciliano come al 22’ quando Chiricosta ruba palla e serve Ficara, che si fa perdonare un errore del primo tempo, realizzando il 3-0. Al 27’ secondo giallo per Mbaye, che lascia i locali in dieci e dà un po’ di fiducia al Canicattì. Al 38’ arriva il gol della bandiera di Cardinale, bravo a girare in rete una punizione battuta da Privitera.

Al Massimino a punteggio pieno

Vittoria di misura del Catania, che continua la serie a punteggio pieno al Massimino, dopo 7 gare. Il Catania ha battuto l'Acireale grazie ad un autogol di Cannino, che infila la propria porta nel tentativo di anticipare De Luca. Nella ripresa l’ingresso di Russotto ha velocizzato la manovra dei locali, ma De Luca, questa volta con palla a terra, non ha saputo concretizzare il 2-0. Nel finale incursione di Castellini stroncata in area di rigore, ma l’arbitro non fischia la massima punizione. Campo molto pesante per la pioggia.

Sancataldese beffata al 94'

La Sancataldese viene agguantata sull'1-1 al quarto minuto di recupero, quandoMartiniello, poco fuori dal limite, trova un radente vincente e pareggia per la Vibonese. La Sancataldese era andata in vantaggio con un colpo di testa di Zerbo su cross di Brumat nel primo tempo. Sempre nel primo tempo la Sancataldese era stata graziata dalla Vibonese, che aveva sprecato un rigore concesso per intervento di Oppizzi su Balla. Dal dischetto lo stesso Balla si è fatto intuire la traiettoria della conclusione da Dolenti.

Cicirello show

Una tripletta di un magistrale Cicirello regala ad uno splendido Sant’Agata la seconda vittoria consecutiva ed il quinto posto. La squadra di Vanzetto domina una sfida indirizzata già dopo la prima perfetta mezz’ora e batte il Castrovillari per 3-1. Il vantaggio arriva al 9’, con il bomber di casa che raccoglie un tiro-cross di Calafiore ed insacca. All’11’ Caruso dice di no a Bonfiglio, poi al 13’ è Scolaro a sciupare un rigore in movimento. Il Castrovillari non c’è, così Morleo sulla destra imperversa, imbeccando due volte nel giro di 10’ un super Cicirello, che di testa raddoppia e poi col sinistro raccoglie una palla rimasta in area piazzando il tris, sia personale che di squadra. Il primo squillo ospite al 34’ con Asllani, poi in chiusura di tempo sempre il 26 sfiora il gol dal limite dell’area. Nella ripresa il Castrovillari accorcia le distanze con un penalty trasformato da Cosenza al 49’ per un fallo di Demoleon su Dorato, ma il Sant’Agata, che sfiora più volte il poker con Calafiore e Iania, controlla il match portando a casa tre punti che sanno di play-off.

 

I risultati

SERIE D - GIRONE I - 13^ GIORNATA - 27/11
Catania - Acireale 1-0
Città di S. Agata - Castrovillari 3-1
Licata - Real Aversa 2-1
Locri - Canicattì 3-1
Mariglianese - Lamezia Terme rinviata
Paternò - Cittanova 1-3
Ragusa - Trapani 1-5
San Luca - S. Maria Cilento 2-2
Vibonese - Sancataldese 1-1

Classifica

Catania 35 punti
Vibonese, Lamezia Terme, Locri 22
S. Agata 21
Ragusa 20
Licata  19
Castrovillari, Trapani 18
San Luca 16
Real Aversa 15
S.M. Cilento    14
Sancataldese, Paternò 13
Canicattì, Cittanova, Acireale 12
Mariglianese 3

Mariglianese due gare in meno
Canicattì, Lamezia Terme, Real Aversa, Trapani una gara in meno
Real Aversa un punto di penalizzazione

Prossimo turno

14^ GIORNATA - 4/12
Acireale - Mariglianese
Canicattì - Paternò
Castrovillari - Ragusa
Cittanovese - S. Agata
Lamezia Terme - Locri
Real Aversa - Vibonese
Sancataldese - Catania
S.M. Cilento - Licata
Trapani - San Luca

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X