SERIE B

Disastro Trapani, contro la Salernitana arriva la quarta sconfitta di fila

di

Il Trapani incassa la quarta sconfitta consecutiva in campionato per 1-0 al Provinciale contro la Salernitana dell’ex tecnico della Nazionale, Giampiero Ventura. Meritate senza dubbio le tre battute d’arresto dei granata ma quella contro i campani è assolutamente immeritata contro una formazione votata alla difesa che non ha mai impensierito il portiere Carnesecchi.

Un Trapani diverso rispetto alle precedenti gare, a tratte bello a vedersi e abbastanza concreto. Un numero di palle gol costruite con gol mancati per un soffio, una traversa, due rigori netti non fischiati, il pallino del gioco sempre tra i piedi. Ciò dimostra quanto sia dura la legge del calcio che vede conquistare i tre punti ad una formazione che non ha fatto nulla per ottenerli. Risultato bugiardo ma reale e la classifica vede i granata mestamente all’ultima posizione.

Il calcio è questo. Alla fine solo applausi per i trapanesi. Per la cronaca il Trapani appare subito molto concentrato. Baldini schiera sin dall’inizio, rispetto alla gara persa a Cittadella, Pagliarulo e De Prete in difesa, Moscati e Colpani nella zona nevralgica del campo e Nzola e Tulli in avanti. L’esuberanza granata si trasforma in un pericolo per la squadra di Ventura al 16’: è bravo Tulli a involarsi in area campana e viene messo giù. Il signor Massimi di Termoli, direttore di gara, non crede al fallo e lascia continuare. Gli ospiti agiscono di rimessa ma non fanno paura.

E’ il Trapani ad imperversare con Tulli in prima linea. Al 34’ calcio d’angolo di Moscati, la palla assume una traiettoria a rientrare e và a battere sulla traversa. Sull’azione seguente lo stesso Moscati manda un pallone di testa a fil di palo. E’ un Trapani piacevole. La Salernitana si salva per il rotto della cuffia. Al 41’ Tulli per Nzola ma il tiro da distanza ravvicinata è debole. La prima fase della contesa si chiude con il Trapani in avanti, a volte un po’ arruffone ma abbastanza pimpante e determinato che poco o niente ha concesso alla Salernitana.

I granata che hanno perso Colpani (sotituito da Luperini) dopo la metà del primo tempo, sono apparsi vogliosi di vittoria contro una formazione coriacea ma poco appariscente. Nella ripresa al 52’ Nzola manda una bordata in porta ma è bravo Micai a respingere in tuffo. Al 58’ Tulli và a gambe all’aria in area e l’arbitro ancora una volta sorvola. Si scatena il finimondo sugli spalti e in campo. Le proteste sono tante e ne fanno le spese i due allenatori Ventura e Baldini che vengono espulsi. Al 65’ è sempre il Trapani con un tiro di Moscati che il portiere ospite respinge distendendosi a terra. Al 70’ accade l’incredibile. Cross senza velleità dalla sinistra della Salernitana, la palla tocca un braccio di un difensore granata e l’arbitro si indirizza prontamente sul dischetto del rigore.

La battuta è affidata a Kiyine che deposita nel sacco tra l’esultanza dei duecento tifosi campani presenti al Provinciale. Al 77’ nel Trapani la sostituzione di Scaglia per Moscati. E intanto continuano a volare le proteste di marca trapanese per la condotta di gara arbitrale non certo eccezionale. All’80’ bomba dalla distanza di Cauz ma c’è sempre pronto Micai. Qualche secondo dopo Golfo sostituisce Tulli. Poi una incertezza offensiva manda alle ortiche l’occasione del pari di casa. Ed è finita. Mercoledì di nuovo in campo al Provinciale contro la Cremonese.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X