SERIE B

Ancora una disfatta per il Trapani, il Cittadella vince 2-0

di

La sfida che mette di fronte le due squadre della serie B che ancora sono a quota zero in graduatoria dopo due giornate di campionato, si conclude con netto, evidente e meritato successo dei padroni di casa con il più classico dei risultati. Un 2-0 che la dice lunga sull’andamento di una gara nella quale il Trapani ha fatto da spettatore aggiunto. Per la cronaca partono molto bene i padroni di casa che in mezz’ora hanno tre occasioni per mettere la palla nel sacco.

Al 5′ è una inzuccata di Bussaglia a mettere in guardia Dini che risponde bene. Dopo due minuti lo stesso portiere salva il risultato ponendosi in evidenza su un calcio di punizione di Celar. Al quarto lo stesso Celar su azione di calcio d’angolo non riesce a mettere la sfera in rete. Al 28′ Diaw davanti al portiere Dini ha un controllo impreciso e manda l’occasione alle ortiche. Il Trapani stà a guardare. La gara non è certamente bella.

Le due formazioni si contrastano soprattutto a centrocampo mostrando il loro attuale valore che è da considerare insufficiente. Il Cittadella almento però riesce a rendersi pericoloso. Al 40’ si vedono i granata di Baldini con un tiro di Scaglia che non ha assolutamente pretese. Nella ripresa i padroni di casa non perdono tempo e al 46’ vanno in vantaggio con l’intraprendente Celar che di testa sorprende Dini e sveglia il pubblico sugli spalti. Al 61’ il Cittadella ha l’occasione per mettere al sicuro il risultato per un penalty concesso dal direttore di gara a causa di un fallo del portiere Dini in uscita. Lo stesso guardiapali, però, nega la gioia del gol a Iori parando la sua battuta e il risultato rimane sull’ 1-0. Il tecnico granata Baldini si rende conto che il proprio reparto offensivo è inefficiente e al 56’ inserisce Tulli al posto di Scaglia. E’ sempre il Cittadella a mostrarsi pericoloso con Luppi che perde una buona occasione al 64’. La rete del raddoppio per i cittadellesi sembra nell’aria e giunge quattro minuti dopo ad opera di Diaw che non ha difficoltà a gonfiare il sacco per il 2-0.

Il Trapani appare tramortito ma stiamo avendo l’impressione che sia già entrato in campo battuto. La conferma viene al 73’ dopo un gran tiro del nuovo entrato Proia che con un forte tiro coglie la traversa della porta difesa dal granata Dini. L’allenatore del Trapani Baldini mette dentro Colpani per Aloi e sbilancia la squadra nel tentativo di dare più brio alla impacciata manovra. E’ un tentativo inutile perché il Trapani è l’ombra di sé stesso e l’incontro si conclude in maniera più che deludente per la squadra dell’ex tecnico della Primavera della Juventus. I granata, adesso, sono la Cenerentola del campionato. E’ chiaro che c’è tempo per rifarsi ma con una formazione senza testa né coda non si và da nessuna parte. Una lezione chiara per chi, forse, non ha ancora compreso che le partite si vincono sul campo e non con le parole.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X