stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società A Favignana l'Egadi Pride: "Un arcipelago di differenze..."

A Favignana l'Egadi Pride: "Un arcipelago di differenze..."

È partito il primo “Egadi Pride”. Il tema della giornata, ispirato a John Donne, è «non isole, arcipelaghə di differenze».

L’Egadi Pride rilancia un messaggio di connessione fra tutte le persone, al di là delle specificità – non solo quelle legate all’orientamento sessuale – di ognuno. Un messaggio che diventa significativo in contesti geograficamente piccoli come le isole minori.

«Fare un Pride nelle nostre isole è la dimostrazione che qualcosa all'interno della comunità sta cambiando. Lo scopo principale della manifestazione è quello di far uscire allo scoperto le nuove generazioni che hanno ancora paura di mostrare la loro identità in un contesto piccolo come il nostro», commenta Angelo Gallina, uno dei portavoce della manifestazione.

Ricco il programma dell’Egadi Pride che abbraccia tutta la giornata, dalla mattina alla notte: alle 9 c'è stato il risveglio affidato alla pratica dello yoga in un luogo dal fascino unico, il «Giardino dell’Impossibile», tra le cave di tufo e rigogliose piante endemiche. Poi la parata in bicicletta dal porto e terminata con un bagno collettivo a Lido Burrone, si continua con l’immancabile corteo a piedi che attraversa il centro storico dell’isola, coronato da interventi e musica, fino alla festa finale che si svolgerà in spiaggia. Per chi sceglie di pernottare sull’isola (l’ultimo aliscafo per Trapani è alle 20.45), al lido Sea Club la sera è previsto il «PopShock Pride Party», con la musica del locale palermitano I Candelai.

Intanto il coordinamento Palermo Pride ha organizzato il corteo del 2022 per sabato 9 luglio con concentramento alle 16 al Foro Italico e un percorso che terminerà al parco di villa Filippina, in piazza San Francesco di Paola, per la serata di chiusura. L'annuncio all'indomani dell'abolizione della legge Roe v. Wade da parte della Corte Suprema americana e a poche ore dalLl'attentato alla discoteca di Oslo. “Troppe persone si chiedono ancora a cosa serva un corteo del Pride nel 2022”, commenta il direttivo. “In meno di 24 ore la sentenza USA che cancella il diritto alla libera scelta in tema di aborto e l’attentato che ha ucciso due persone e ne ha ferite 21, fuori da un locale gay hanno dimostrato quanto i nostri corpi siano costantemente sotto attacco e quanto sia necessario manifestare e prendersi lo spazio pubblico per difenderli”. Il tema politico del 2022 è

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X