stampa
Dimensione testo

Mangiare e bere

Home Foto Mangiare e bere Cous Cous Fest di San Vito, al campionato italiano c'è un finalista di Taormina

Cous Cous Fest di San Vito, al campionato italiano c'è un finalista di Taormina

Al via le candidature per la partecipazione al Bia Cous Cous World Championship, il Campionato del mondo di cous cous che metterà a confronto chef provenienti da diversi Paesi in occasione della prossima edizione del Cous Cous Fest in programma a San Vito Lo Capo dal 16 al 25 settembre. Fino al 21 agosto chef internazionali residenti all’estero o anche in Italia possono iscriversi alle selezioni sul sito www.couscousfest.it e caricare sulla piattaforma la fotografia di una ricetta a base di cous cous realizzata in qualsiasi variante (verdure, carne, pesce, frutta, dolce, etc.).

Il Campionato del mondo

«Siamo al fianco del Campionato del mondo perché il nostro cous cous è esportato in 50 Paesi - ha spiegato Luciano Pollini, ceo di Bia Spa, azienda produttrice di cous cous da oltre 15 anni al fianco del festival - e da sempre abbiamo a cuore il tema dell’internazionalizzazione. Questo è un elemento che caratterizza tutta la nostra lavorazione: non solo la produzione di cous cous tradizionale di grano duro, ma anche i cous cous realizzati con cereali diversi come il farro, o l’integrale arrivando fino ai gluten free e quindi mais, riso. Un prodotto, quindi, che entra nelle cucine di tutto il mondo, salubre, sostenibile e capace di intercettare le esigenze più diverse». A scegliere i sette chef partecipanti sarà una giuria tecnica presieduta da Paolo Marchi, ideatore del congresso Identità golose, e i navigatori del web, che voterà le ricette e incoronerà uno dei candidati.

Il Campionato italiano

Sono già stati selezionati, invece, gli chef partecipanti al Campionato italiano di cous cous Conad, la sfida tra chef nazionali che si svolgerà venerdì 16 e sabato 17 settembre. Quattro gli chef professionisti selezionati tra le circa 80 candidature ricevute da tutta Italia: Gianluca Ganci di Gallarate (Varese), sous chef a I Fontanili, Alessandro Billi di Tortona (Alessandria) chef all’Osteria Billis, Pierpaolo Ferracuti di Porto San Giorgio (Fermo) chef al ristorante Il Restroscena, una stella Michelin, e il taorminese Salvatore Monforte, executive chef al Medousa Bistrot & Suites di Taormina. Presenteranno le loro ricette di cous cous ad una giuria tecnica, presieduta da Paolo Marchi, e una popolare, formata dai visitatori della manifestazione.

Salvatore Manforte, classe 1978, è lo chef che ha ricevuto più like sul web con quasi mille voti e gareggerà con una ricetta ribattezzata Gran tour, che utilizza molti ingredienti internazionali. Si chiama Oltre il confine il piatto ideato da Gianluca Ganci, che rappresenta la fusione e la cultura dei paesi. Alessandro Billi presenterà un Tacous alla siciliana mentre Pierpaolo Ferracuti un Gazpacho mediorientale, un piatto in cui il cous cous e il polpo, rispettivamente conditi con ingredienti tra Mediterraneo e Oriente, si incontrano in un gazpacho dalle note fresche acide, dolci e sapide che ricordano la Sicilia.

Gli studenti

Quest’anno spazio anche agli studenti degli Istituti alberghieri italiani con il Next generation student contest Conad. Sono 4 gli studenti selezionati in tutta Italia che parteciperanno alle sfide live a San Vito Lo Capo. In gara due siciliani: Marco Di Gregorio di Partinico, dell’Iis Danilo Dolci (il più votato dal web), ed Erik Cinquerughe di San Cataldo, dell’Euroform, scuola professionale dei mestieri. Si confronteranno a San Vito Lo Capo con il torinese Saad Douami dell’Istituto professionale statale J. Beccari e la romana Sara Giuliano dell’Istituto enogastronomico alberghiero Safi Elis.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X