stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura "Le Orestiadi di Gibellina", una mostra le racconta: inaugurazione al Baglio di Stefano

"Le Orestiadi di Gibellina", una mostra le racconta: inaugurazione al Baglio di Stefano

Inaugura sabato, nel giorno dell’anniversario della nascita della fondazione Orestiadi, una mostra che resterà aperta fino al 25 luglio.

Una rassegna dedicata ai 40 anni delle Orestiadi di Gibellina ma anche al sindaco-intellettuale, Ludovico Corrao, che dopo il terremoto del 1968, rese concreta l'utopia della città degli artisti. Simbolo della ricostruzione del Belìce.

“Questa mostra segna idealmente l’inizio della prossima edizione delle Orestiadi che quest’anno saranno una festa, per ripercorrere la sua storia e il suo rapporto unico ed inscindibile con il territorio attraverso performance inedite ed eventi che coinvolgono anche molti degli artisti che hanno contribuito caratterizzarne l’identità artistica”, afferma Alfio Scuderi.

In mostra dunuqe i bozzetti realizzati da Mimmo Paladino per La sposa di Messina con la regia di Elio De Capitani, i costumi per La passione di Cleopatra, la maquette della scenografia di Villa Eumenidi di Arnaldo Pomodoro,i frammenti delle scenografie di Bob Wilson e dell’Edipo Re, di Pietro Consagra, e tante altre opere che testimoniano un inestimabile patrimonio materiale e immateriale, fatto di performance, spettacoli ed eventi che rendono le Orestiadi un catalizzatore permanente di cultura.

Sabato sarà anche presentata al pubblico la nuova istallazione “Contraccolpi”, realizzata da Alberto Timossi per il Giardino del Baglio Di Stefano.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X