stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Trapani, allarme sulle case popolari: «Troppe occupazioni, è possibile un mercato illegale»
IACP

Trapani, allarme sulle case popolari: «Troppe occupazioni, è possibile un mercato illegale»

di
Trapani, Politica
Lo Iacp di Trapani

«Abbiamo paura che dietro le quinte possa nascondersi un mercato illegale degli alloggi popolari». È forte la denuncia del presidente dell’Iacp di Trapani, Vincenzo Scontrino, riguardo al fenomeno delle occupazione abusive degli alloggi che rimane di drammatica attualità.

«Non intendiamo stare a guardare e lo abbiamo dimostrato in questi mesi - afferma Scontrino -. Occupare abusivamente un alloggio popolare provoca un danno all’avente diritto, collocato utilmente nelle graduatorie comunali che si vede così negato un proprio diritto, e all’ente che si vede privato del proprio diritto a riscuotere un canone di locazione, e nella maggior parte dei casi di dover spende soldi per aggiustare i danni arrecati all’abitazione. Stiamo facendo la nostra parte – ribadisce - ma serve anche il contributo dei Comuni, che hanno a disposizione la forza pubblica per agire in tempo contro le occupazioni abusive».

L’ultimo censimento delle occupazioni abusive in provincia ne ha registrate complessivamente circa 760, con il primato di circa 240 a Marsala e quindi con 170 a Mazara del Vallo e 80 a Trapani. L’Iacp annuncia un “giro di vite” per porvi un argine e che si costituirà parte civile nei processi penali che riguardano la violazione dell’altrui proprietà e quindi contro chi ha occupato abusivamente un alloggio popolare, riservandosi anche di avviare procedimenti civili per ottenere il risarcimento nei casi in cui l’occupante abusivo ha danneggiato il patrimonio pubblico.

«C’è un cammino disegnato grazie all’intervento del prefetto Filippina Cocuzza e del suo diretto staff – conferma il presidente Scontrino -. Speriamo che su questo percorso si aggiungano tutti i Comuni. Riconosciamo che talvolta chi occupa un alloggio popolare lo fa per le ragioni disagiate di vita, ma per aiutare queste persone vanno messe in moto altre azioni che certamente non sono nella competenza dell’Iacp».

Il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto, intanto, ha approvato all’unanimità il Bilancio di previsione 2022/2024. Alla seduta, con il presidente Scontrino, hanno partecipato il vice presidente Marcello Tricoli e il consigliere Mario Bommarito, nonché il presidente del Collegio straordinario dei Sindaci, Angelo Nicastro, con il componente dello stesso Collegio, Angelo Sajeva, il direttore generale dell’Iacp Eugenio Sardo ed il dirigente dell’Area Finanziaria, Francesco Guarano. «Nella nostra agenda in primo piano restano il Social Housing, e gli interventi del cosiddetto Pnrr, le opere frutto della rete sinergica realizzata con i Comuni ( pensiamo a quelli definiti con Trapani, rione Cappuccinelli, e Marsala), la manutenzione straordinaria degli edifici, il recupero delle aree di nostra proprietà nei rioni popolari – è il commento, al riguardo, del presidente Scontrino - . Mentre ci avviamo a completare i lavori di Social Housing a Trapani via Pantelleria e a Marsala contrada Amabilina, la nuova costruzione di alloggi popolari a Mazara del Vallo, siamo felici dell’opportunità che si sta affacciando sull’isola di Favignana dove ci apprestiamo di concerto con il Comune delle Egadi a realizzare nuovi alloggi popolari. Il bilancio di previsione approvato combacia perfettamente con questo ampio quadro di interventi».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X