stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Trapani, 90 milioni per la città: restyling nel lungomare Dante Alighieri e Rione Cappuccinelli
COMUNE

Trapani, 90 milioni per la città: restyling nel lungomare Dante Alighieri e Rione Cappuccinelli

di

Tranchida mette sul piatto 90 milioni di euro. Il primo cittadino di Trapani è pronto a presentare i numerosi progetti per riqualificare il litorale nord della città. Lungomare Dante Alighieri e Rione Cappuccinelli presto potrebbero cambiare volto.

L’annuncio arriva attraverso una lettera aperta del sindaco ai cittadini trapanesi. È stato annunciato anche un incontro che sarà trasmesso nella pagina Facebook della Città di Trapani. L’appunt amento è per giovedì 5 agosto con inizio alle ore 20:30, presso il campetto esterno della Chiesa di San Giovanni. Ingresso al pubblico da via Erice.

«Assieme alla visione strategica di futuro e valorizzazione del Lungomare, spesso di concerto con il vicino Comune di Erice, o su specifiche azioni d’intesa con IACP ed altri Enti – dichiara Tranchida -, abbiamo progettato tanti nuovi interventi, conseguendo le risorse, e con non poca fatica lavorato per rimettere in corsa progettualità datate recuperandole a finanziamento».

Nei dettagli il sindaco si riferisce alle misure di finanziamento «Qualità dell’abitare» che, in graduatoria utile per 30 milioni di euro renderà totalmente diversa l’immagine di una delle zone della città maggiormente bisognose di interventi, ossia il Rione Cappucinelli; «Rigenerazione urbana» per 20 milioni di euro, candidando fiduciosamente un programma ulteriore d’interventi che vanno dalla mobilità sostenibile alla riqualificazione di edifici storico-monumentali e scolastici; infine i finanziamenti già conseguiti in Agenda Urbana e con altre misure nazionali e regionali per un importo pari ad 90 milioni di euro.

Una somma importante che potrebbe rivoluzionare la città. «Guardando intanto l’ambito del litorale nord fino al confine con il territorio di Erice, in maniera esemplificativa, molteplici interventi progettuali interesseranno monumenti, edifici, spazi pubblici etc, da Torre di Ligny a Punta Tipa, dalle Mura di Tramontana e ditorni all’ex Mercato del Pesce, che diverrà la vetrina delle eccellenze enogastronomiche trapanesi, per arrivare all’ex Mattatoio che trasformeremo in Campus del Mediterraneo, e poi, il recupero e la riqualificazione del Giardino d’Inverno ed ancora progetti per opere e servizi scolastici, sociali e sportivi.

A queste opere si aggiungono il finanziamento conseguito per lo spostamento dell’isola ecologica (CCR) presso la zona industriale ed il futuro parco urbano di Punta Tipa, che ci auguriamo continuerà a regalarci anche il bellissimo e naturale approdo delle tartarughe marine, in seno ad un’area da riqualificarsi tutelandone le peculiarità naturalistiche ed ambientali». Insomma la carne sul fuoco comincia ad essere veramente tanta.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X