stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Stati generali dell'Export a Marsala, Di Maio: "La Sicilia tra le migliori espressioni del Paese"
REGIONE

Stati generali dell'Export a Marsala, Di Maio: "La Sicilia tra le migliori espressioni del Paese"

Trapani, Politica
Luigi Di Maio

«La Sicilia e il Sud dell’Italia sono tra le migliori espressioni del nostro territorio e come ministero siamo impegnati a sostenere e ad accompagnarli sui mercati esteri. Il sostegno al made in Italy infatti è una vocazione primaria per il nostro ministero: l’export è uno dei primi motori di crescita e di occupazione della nostra economia e lo è ora più che mai dopo questa pandemia».

A dirlo il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, intervenendo via streaming in occasione della presentazione, alla presidenza della Regione siciliana, della terza edizione degli Stati Generali dell’Export organizzati dal Forum Italiano dell'Export e in programma dal 24 al 26 settembre a Marsala, in provincia di Trapani.

«Sono lieto che la prossima edizione degli Stati generali dell’Export si terrà in Sicilia - ha proseguito il ministro - una regione conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze e per la sua storia millenaria. E ne sono un esempio i Florio, la famiglia di imprenditori siciliani che rappresenta il filo rosso della prossima edizione. Penso per esempio alle tecniche innovative che hanno saputo sviluppare per l’inscatolamento del tonno sott'olio e all’avvio della corsa automobilistica Targa Florio».

Il rilancio dell'Italia e della Sicilia attraverso l'export, il ruolo di Marsala ma anche la necessità di risolvere i conflitti nel Mediterraneo. Sono alcuni dei temi affrontati dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in apertura della conferenza stampa nazionale, ospitata a Palazzo Orleans, per presentare la terza edizione degli Stati generali dell'export.

«La terza edizione degli Stati Generali dell'export consente di cogliere una grande opportunità: quella di proiettare nel mondo un'immagine del Sud Italia che non intende arrendersi neppure nel momento più difficile della propria storia economica e sociale dal dopoguerra ad oggi. L'Isola nel mercato internazionale si distingue in diversi settori: turismo, beni culturali e prodotti alimentari. Il brand Sicilia continua a conquistare spazi di mercato, è una delle carte vincenti della nostra economia. Marsala è la città simbolo dell'esportazione dei prodotti di qualità della Sicilia. La scelta compiuta con il presidente Zurino è di buon auspicio per rinnovare l'impegno dell'Isola ad andare avanti», ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

Il presidente Musumeci si è poi rivolto al ministro Di Maio, che ha partecipato in videoconferenza: «Le chiedo di occuparsi personalmente della soluzione definitiva dei conflitti che i nostri pescatori sono costretti a subire con le motovedette libiche e tunisine nel Mediterraneo. I nostri pescherecci vanno lì per portare a casa un pezzo di pane. E in 70 anni ci sono state centinaia di vittime in questo assurdo conflitto con i nostri paesi amici del Nord Africa».

All’incontro hanno partecipato anche il sottosegretario alle Infrastrutture e alla Mobilità Sostenibili, Giancarlo Cancelleri, il direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, il presidente dell’Autorità Portuale della Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti, il presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano, l’amministratore delegato di Dolce & Gabbana, Alfonso Dolce e il sindaco di Marsala, Massimo Vincenzo Grillo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X