stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Atm di Trapani, scontro politico dopo l'arresto di Barone
CONSIGLIO COMUNALE

Atm di Trapani, scontro politico dopo l'arresto di Barone

di

Ancora una volta, da un fatto di cronaca nasce una polemica tra il consigliere comunale Giuseppe Lipari e il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida. Questa volta, tutto parte dalle indagini della Direzione Investigativa Antimafia di Palermo che, tra gli altri, ha portato al coinvolgimento di Salvatore Barone, ex direttore generale e presidente del Consiglio d'Amministrazione dell'ATM, azienda di proprietà del Comune di Trapani che si occupa di trasporto pubblico locale e parcheggi a pagamento.

Tranchida, appresa la notizia della stampa ha disposto "necessari e tempestivi approfondimenti". Lipari ha attaccato il primo cittadino affermando: "Non si può tacere davanti a tanta spregiudicatezza del sindaco di Trapani, che da un lato da mandato di impedire politicamente ogni approfondimento sulle indagini della procura di Trapani dello scorso mese di luglio riguardanti la gestione del servizio idrico comunale e dall'altro, come se avesse "il carbone bagnato", si preoccupa di disporre fantomatici accertamenti su quanto compiuto dall'ex direttore generale ed amministratore unico di ATM.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola, edizione di Trapani

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X