stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Alcamo e Castellammare, protestano i sindaci: "Servizio pediatrico insufficiente"
CORONAVIRUS

Alcamo e Castellammare, protestano i sindaci: "Servizio pediatrico insufficiente"

di
Trapani, Politica

Insufficiente il servizio diurno pediatrico in via di istituzione a Partinico. I sindaci del palermitano e del trapanese tornano alla carica e in una nota chiedono che ci sia un ambulatorio attivo 24 ore su 24. A battere i pugni sul tavolo tra gli altri i primi cittadini di Alcamo e Castellammare del Golfo, e con loro altri 9 colleghi del comprensorio palermitano che gravitano nel bacino della sanità a cavallo tra il partinicese e il Golfo di Castellammare.

Questa fetta di provincia di Trapani faceva riferimento all'ospedale di Partinico per le emergenze pediatriche, potendo contare su un reparto attivo 24 ore su 24. Ora però con la riconversione totale temporanea del nosocomio partinicese dedicato solo alla trattazione di casi di pazienti affetti da coronavirus, che ha previsto anche la soppressione del reparto di pediatria attivo 24 ore su 24, di fatto viene a mancare una struttura per le emergenze pediatriche nelle ore notturne.

L'Asp palermitana ha annunciato l'apertura imminente di un ambulatorio pediatrico solo dalle 8 alle 20 a Partinico, in sostituzione per l'appunto del reparto soppresso all'ospedale cittadino, provvedimento ritenuto però non sufficiente.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X