stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Trapani, la sfida dei consiglieri ai due neoassessori: "Lavorate sodo"
COMUNE

Trapani, la sfida dei consiglieri ai due neoassessori: "Lavorate sodo"

di

TRAPANI. Il lavoro che attende i due assessori-consiglieri è arduo. E’ unanime il commento degli altri consiglieri nel corso della prima seduta dell’assemblea di Palazzo Cavarretta tenutasi martedì e che ha visto il sindaco Vito Damiano presentare i due nuovi assessori-consiglieri Franco Briale e Michele Cavarretta.

“Non vedo “buon tempo” – è stato il commento di Pino Ruggirello (Uniti per il Futuro), il primo ad intervenire -. Il sindaco ha detto che i dimissionari hanno lavorato bene. Ma sono andati via…”. Per Enzo Abbruscato (Pd), “ci vuole coraggio per fare l’assessore, considerato il fallimento di questa amministrazione.

Ed il Consiglio ne soffre, come dimostra la mozione di sfiducia. Adesso – rivolgendosi ai due assessori - mi auguro che vi sappiate muovere meglio dei vostri predecessori”. Peppe Guaiana (capogruppo di Forza Italia), in riferimento al lapsus del presidente del Consiglio Peppe Bianco che, in apertura di seduta, si è rivolto ai consiglieri con “chi rompe le acque”, riferendosi al primo intervento, sottolinea, ironicamente, che “se si rompono le acque si sta per partorire e si va in ospedale. Speriamo che non sia così”. Quindi, rivolgendosi a Damiano, gli ha ricordato che oggi ha aperto alla politica quando un anno addietro aveva chiuso, invece, alla politica.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X