stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Accesso libero ai Faraglioni di Scopello, protesta Legambiente
CASTELLAMMARE

Accesso libero ai Faraglioni di Scopello, protesta Legambiente

di
Zanna: «Al Comune non interessa la tutela del patrimonio di un pezzo della storia dei siciliani»

SCOPELLO. Come era immaginabile l’ordinanza del dirigente comunale di Castellammare del Golfo, Simone Cusumano sulla tonnara di Scopello ha sollevato polveroni di polemiche e prese di posizione. Legambiente Sicilia col suo direttore regionale Gianfranco Zanna ieri è intervenuta sulla questione: «Non ci sono solo aspetti legali che valuterà il Tar, ma soprattutto profonde e insormontabili differenze culturali: al Comune di Castellamare del Golfo non interessa la difesa e la tutela del patrimonio culturale, di un pezzo della storia dei siciliani, quello rappresentato dalla vita e dall’architettura delle tonnare».

Zanna, già protagonista di battaglie proprio per salvaguardare il sito della tonnara a Scopello spiega che «lo stabilimento è, si può dire, l’ultima rimasta in piedi, dove si può ancora leggere come erano fatte».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X