stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Aeroporto di Trapani Birgi, Ryanair avrà in estate anche un volo per Varsavia
TURISMO

Aeroporto di Trapani Birgi, Ryanair avrà in estate anche un volo per Varsavia

di

Annunciato da Ryanair un nuovo volo internazionale da e per l’aeroporto «Vincenzo Florio» di Trapani Birgi che sarà operativo nella stagione estiva 2022. Dopo quella con la città di Billund, in Danimarca, la compagnia aerea irlandese ha reso nota la nuova rotta.

La capitale della Polonia sarà collegata con Trapani due volte la settimana. I voli sono in programma, infatti, per le giornate di mercoledì e domenica. Promuovendo la destinazione Billund, Ryanair ricorda che è sede del famoso parco di Legoland, creato dalla Lego, l’azienda di giocattoli famosa in tutto il mondo per la produzione della linea di mattoncini di plastica. Di Varsavia pubblicizza, invece, in particolare, la Piazza del Mercato, con la Sirenetta «sorella» di quella più famosa di Copenaghen, e Piazza del Castello.

Le due nuove rotte estive andranno a rafforzare la leadership che la compagnia low cost irlandese già vanta sull’aeroporto di Trapani Birgi dove opera, attualmente, i collegamenti con Bruxelles-Charleroi, Bergamo Orio al Serio (destinazione «venduta» anche come Milano), Bologna, Pisa, Roma Ciampino, Venezia-Treviso e Torino, mentre dal mese prossimo attiverà quelli per Londra-Stansted e Malta.

Sempre per la «Summer 2022», Ryanair già da tempo ha programmato di raddoppiare il Trapani-Bologna bigiornaliero 7 giorni su 7 e di portare a due le frequenze quotidiane per il Trapani-Pisa, 5 giorni la settimana (tranne martedì e giovedì) nonché di trasferire il volo per Roma Ciampino a Roma Fiumicino operandolo 7 giorni su 7.

Quella da e per Roma Fiumicino è la sola rotta che è rimasta in gestione ad Albastar, dopo che, per effetto dell’accoglimento di un ricorso che era stato presentato proprio da Ryanair, alla compagnia italo-spagnola sono state tolte, con sentenza della Terza sezione del Tribunale amministrativo del Lazio, le rotte da e per Brindisi, Napoli e Parma che operava in regime di «continuità territoriale» e, quindi, fruendo della contribuzione riconosciuta dallo Stato sulla base del decreto del ministro dei Trasporti dell’8 gennaio dello scorso anno avente ad oggetto Un provvedimento che riguardava anche le altre tre rotte Ancona, Perugia e Trieste che erano state assegnate, invece, alla compagnia bulgara Tayaranjet che, comunque, ritenendole economicamente non valide, aveva già lasciato il «Vincenzo Florio». Nello scalo trapanese, pertanto, lo Stato sostiene attualmente solo il collegamento con Pantelleria, assicurato dalla compagnia danese FlyDat.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X