stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia A Pantelleria pronti i voucher per le famiglie bisognose: manca l'adesione dei commercianti
COMUNI

A Pantelleria pronti i voucher per le famiglie bisognose: manca l'adesione dei commercianti

L'amministrazione comunale di Pantelleria è pronta a erogare i voucher per le famiglie bisognose ma manca la collaborazione dei commercianti. Dopo il primo avviso uscito a dicembre, nessun esercente si è dimostrato disponibile e non vi è stata alcuna adesione.

“Siamo molto preoccupati per questa situazione,” dichiara il Sindaco, Vincenzo Campo. “Quest’isola è sempre stata collaborativa e ha sostenuto i suoi elementi più deboli, questo improvviso disinteresse rischia di mettere ancora più in difficoltà chi già è fragile e ha bisogno di aiuto.”

“Probabilmente i commercianti sono stati scoraggiati dai metodi di rimborso usati in passato,” aggiunge l’Assessore ai Servizi Sociali, Francesca Marrucci, “ma in questo campo c’è stata una vera e propria rivoluzione gestionale e tecnologica, quindi il servizio sarà effettuato in modo semplicissimo attraverso delle card utilizzabili direttamente sui pos, proprio come per il contactless, eliminando i vecchi buoni spesa che da alcuni potevano essere utilizzati o ceduti impropriamente. Ci sarà un’app che permetterà un controllo costante del rendiconto che sarà disponibile periodicamente e che permetterà i rimborsi ai negozianti anche settimanalmente, senza attendere lungaggini burocratiche.”

“Faccio appello al tessuto commerciale e al senso di comunità pantesco,” dichiara l’Assessore alle Attività Produttive, Antonio Gutterez. “Uno dei pochi aspetti positivi di questa pandemia è stata l’accelerazione e la velocizzazione di alcuni processi burocratici come quello dell’erogazione dei buoni spesa. La nostra Amministrazione ha colto al balzo quest’occasione proprio per rendere più semplice per gli utenti l’utilizzo del servizio e per le attività produttive rendere più semplice l’adesione ed il rimborso dei voucher. Sarebbe assurdo rinunciare a tale iniezione di liquidità che, se non utilizzata, rimarrebbe nelle casse comunali per poi essere restituita alla Regione.”

“Non possiamo abbandonare chi ha più bisogno nella nostra comunità,” conclude il Sindaco. “È pazzesco che il Comune abbia i fondi per sostenere le fasce deboli della popolazione e non possa farlo perché non c’è collaborazione da parte del tessuto commerciale. Sono sicuro che informati meglio sulla facilità e la rapidità del processo, ci saranno adesioni e per questo faccio un appello urgente a tutti i commercianti panteschi, perché non voglio e non posso credere che Pantelleria abbandoni la parte più fragile della sua comunità.”

Domani, giovedì 25 febbraio, alle ore 15.00, ci sarà un incontro online tra Servizi Sociali e commercianti proprio per illustrare e spiegare il nuovo metodo introdotto e per rispondere a tutti i dubbi e le domande che finora possono aver scoraggiato l’adesione al progetto. Il Comune di Pantelleria darà maggiori informazioni ai commercianti alle 15,00 di domani collegandosi al link: http://meet.google.com/fbq- pxkf-mqy.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X