stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Edilizia, allarme della Cgil di Trapani: chiuse 130 imprese
CRISI

Edilizia, allarme della Cgil di Trapani: chiuse 130 imprese

La crisi nel settore dell’edilizia non accenna a diminuire. A denunciarlo è la Fillea Cgil di Trapani comparando i dati, su base provinciale, del settore del 2019 a quelli aggiornati al 30 agosto 2020.

Finanziamenti disponibili e opere non realizzate, imprese costrette a chiudere e aumento della disoccupazione. "La crisi dell’edilizia - dice il segretario della Fillea Cgil Enzo Palmeri - è in costante aumento e i dati fotografano una situazione drammatica legata alla crisi e in cui gioca un ruolo determinante il mancato avvio delle opere pubbliche".

Diminuiscono le imprese con 130 attività imprenditoriali costrette a chiudere: nel 2019 le imprese attive erano 1251, oggi sono 1121. Continua a crollare anche il numero degli operai dichiarati con 189 disoccupati in più: i 4524 lavoratori dell’edilizia sono, in poco meno di un anno, scesi a 4335. La massa salariale registra meno 4 milioni di euro così come le ore lavorate sono 447 mila ore in meno.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X