stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Pantelleria, fino a tremila euro per chi partorisce fuori dall'isola
IL PROVVEDIMENTO

Pantelleria, fino a tremila euro per chi partorisce fuori dall'isola

di

Le donne di Pantelleria che andranno a partorire sulla terraferma potranno avere un rimborso fino a 3000. Nella legge di bilancio 2020 - 2022 per un emendamento presentato dall'assessore all'economia Gaetano Armao sono stati stanziati 900 mila euro. La spesa autorizzata per il triennio è di 625 mila euro.

«L'emendamento - dice l'assessore all'economia Gaetano Armao - l'ho proposto alla Commissione Bilancio d'intesa con il Presidente Nello Musumeci e l'Assessore alla salute Ruggero Razza. Novecentomila euro sono ridondanti per questo dobbiamo decidere con l'assessore Razza come utilizzarli. È chiaro che novecentomila euro sono di più di quanto c'è bisogno. Facendo i conti non si arriva a tanto però la cifra ci mette al sicuro e lavoriamo per la massima utilizzazione di queste risorse».

Lo scorso 2 marzo era stato di nuovo chiuso il punto nascita presso l'ospedale Nagar dell'isola e le donne devono recarsi a Trapani dalla 37esima settimana. Devono stare in albergo o in una casa in affitto ed attendere la data del parto. Senza contare il rischio di contagio da coronavirus. Ma ora, dopo questo contributo il punto nascita sarà mai più riaperto nell'isola? È questo quello che si chiedono le donne di Pantelleria.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X