stampa
Dimensione testo
SANITÀ

Castelvetrano, nessun ridimensionamento per l'ospedale

di

Si intensificano le iniziative per scongiurare il ridimensionamento dell'ospedale di Castelvetrano. Sia il consiglio comunale di Santa Ninfa che quello di Salaparuta hanno approvato all'unanimità l'ordine del giorno in difesa del presidio ospedaliero Vittorio Emanuele II di Castelvetrano a rischio.

A Santa Ninfa i consiglieri comunali hanno approvato l'importante atto di indirizzo proposto dal gruppo di maggioranza (primo firmatario Rosario Pellicane). A Salaparuta l'ordine del giorno esitato la scorsa settimana è stato presentato dallo sttesso presidente del consiglio comunale Antonino Cinquemani. Alla seduta del consiglio comunale di Salaparuta hanno presenziato anche il presidente del consiglio comunale di Castelvetrano Patrick Cirrincione, i capigruppo consiliari Francesco Casablanca, Antonio Manuzza, Rosalia Milazzo e il consigliere comunale Giovanni Craparotta.

Per una serie di ragioni, i due consigli comunali, pur in presenza dell'atto aziendale attuativo della rete ospedaliera, ritengono indispensabile una deroga alla legge Balduzzi «Per il mantenimento degli attuali standard sanitari del territorio, quantomeno soprassedendo, in attesa di un altro intervento legislativo, dal trasferimento di reparti» e dal ridimensionamento «Delle strutture sanitarie attualmente presenti».

L'articolo completo nell'edizione del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X