stampa
Dimensione testo
LA DENUNCIA

Sant’Antonio Abate al collasso, Uil Fpl Trapani: “Carenza di personale mette a rischio la salute pubblica”

ortopedia, Sant'Antonio Abate di Erice, Uil Fpl Trapani, Trapani, Economia
Segretario generale della Uil Fpl di Trapani Giorgio Macaddino

Il reparto di chirurgia ortopedia dell'ospedale di Sant'Antonio Abate di Erice è al collasso. A denunciarlo il segretario generale della Uil Fpl di Trapani Giorgio Macaddino: "Vietato  avere traumi che richiedano cure chirurgiche ortopediche all’ospedale Sant’Antonio Abate di Erice a causa della carenza di personale medico ed infermieristico. Il nosocomio è vicino al collasso. Gli operatori sanitari si trovano a dovere affrontare ogni giorno una vera e propria Odissea perché sottoposti a pesantissimi carichi di lavoro, con notevoli disagi per gli utenti della struttura che ad essa si rivolgono a causa di problemi di salute, spesso anche gravi".

E continua: "Questo stato di cose oramai si protrae da diverso tempo, le liste d’attesa non fanno il paio nemmeno con la peggiore struttura ospedaliera del Terzo Mondo. Nonostante la caparbietà dei pochi chirurghi ortopedici e la loro determinazione, non si è più nelle condizioni di offrire una catena sanitaria adeguata e che rispetti i Lea. Siamo disgustati, nonché preoccupati per la situazione oltremodo che critica, che vede ogni giorno cittadini esausti e operatori sanitari lasciati al loro destino, che impattano  con una realtà che purtroppo relega l’offerta sanitaria ai minimi termini".

"Siamo in possesso come Uil Fpl - aggiunge - di casi segnalati in questi giorni che lasciano presagire, se non si interviene con urgenza e determinazione, a nefaste e drammatiche pratiche di malasanità. Per evitare poi le cosiddette commissioni d’inchiesta chiediamo al direttore generale di convocare una attività di monitoraggio e verifica al fine di stroncare una situazione grottesca".

Quindi conclude: "Certi di una pronta risposta del direttore e del suo staff per dirimere tale emergenza diamo sin da adesso la disponibilità a confrontarci sulle segnalazioni pervenuteci".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X