stampa
Dimensione testo
COMUNE

Stabilizzazione dei precari ad Alcamo, dovranno fare il concorso

di

Per il momento il Comune di Alcamo ha avuto ragione su tutta la linea: i precari dovranno sottoporsi ad un concorso se vorranno essere stabilizzati. Nell'attesa di fissare una udienza di merito, il Tar ha emanato un'ordinanza cautelare nella quale legittima l'operato degli uffici e del governo cittadino rispetto alla linea intrapresa di sottoporre tutti i lavoratori precari alla prova di un concorso.

Al tribunale si erano rivolti 19 contrattisti i quali sostenevano di non doversi sottoporre a nessun concorso ma di avere diritto alla stabilizzazione diretta facendo leva sulla legge Madia.

«La valutazione effettuata dal Comune - scrivono il presidente della II sezione del Tar, Cosimo Di Paola, il consigliere Nicola Maisano e il primo referendario Francesco Mulieri - circa la mancanza, in capo ai ricorrenti, delle condizioni per poter accedere alla stabilizzazione dei loro rapporti di lavoro risultano condivisibili, essendo sul punto decisiva la circostanza che gli stessi non hanno superato una procedura concorsuale, nel senso richiesto dalla norma".

L’articolo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X