stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura A Selinunte il Premio Pino Veneziano, un festival tra musica e letteratura
XVII EDIZIONE

A Selinunte il Premio Pino Veneziano, un festival tra musica e letteratura

La 17esima edizione del Premio Pino Veneziano, dedicato al cantastorie selinuntino che commosse Borges e che De Andrè volle come spalla al suo primo concerto in Sicilia, si terrà a Selinunte dal 19 al 21 agosto. L'evento si caratterizza come un festival letterario-musicale ed è organizzato dall'associazione Selinunte Cunta e Canta con la direzione artistica dello scrittore e giornalista Gaetano Savatteri.

Il festival si svolge in uno scenario che ha più di 2700 anni di storia, tra le rovine del più grande parco archeologico d'Europa. Lo spazio espositivo a cielo aperto Pensiero Contemporaneo si trova all'ingresso dal Parco Archeologico di Selinunte e costituisce un avamposto della Rete Museale e Naturale Belìcina. È qui che si svolgerà la prima serata del Festival con l'intervista di Nino Cangemi a Gaetano Savatteri, reduce dal successo dell'adattamento televisivo dei racconti di Makari da lui scritti per la casa editrice Sellerio.

La serata successiva il Festival si trasferirà nel cuore del Parco, tra il Tempio E e le rovine del Tempio G, dove verrà conferito il Premio Pino Veneziano al neurobiologo-vegetale Stefano Mancuso. Seguirà una sua Lectio Magistralis nella quale svelerà l'intelligenza delle piante e spiegherà perché non se ne possa fare a meno. La terza serata, infine, si terrà a Triscina sull'altro versante del Parco Archeologico, dove l'astrofisico dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) Tommaso Parrinello racconterà il viaggio verso la luna attraverso immagini, storie e aneddoti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X