stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura C'è l'accordo, a Trapani riapre Villino Nasi
BENI CULTURALI

C'è l'accordo, a Trapani riapre Villino Nasi

villino nasi, Trapani, Cultura
Villino Nasi

Riapre il Villino Nasi a Trapani, il Libero Consorzio Comunale si allea con l'Associazione Amici del Museo Pepoli, le Sezioni di Trapani del FAI (Fondo Ambiente Italiano) e di Italia Nostra e l'Associazione Sicilia Antica per realizzare iniziative di riqualificazione, come scrive Giacomo Di Girolamo sul Giornale di Sicilia in edicola.

Si tratta dell'immobile storico realizzato tra la fine dell'Ottocento ed i primi del Novecento in una sottile lingua di terra, tra Torre di Ligny e il Castello della Colombaia che i trapanesi donarono all'allora parlamentare e ministro Nunzio Nasi, poi divenuto di proprietà dell'ex Provincia. L'intesa tra il Libero Consorzio e le Associazioni culturali prevede che l'Ente, che si farà carico del pagamento delle utenze della custodia e della pulizia della Villa, effettui interventi che rendano sicura e visitabile la struttura (compresi il giardino e l'adiacente Cappelletta), completandoli entro il 20 giugno. Dal primo luglio, infatti, dovrebbero prendere il via, a meno che la pandemia non blocchi ogni progetto, gli eventi da parte delle Associazioni.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X