stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Colombaia, ancora un appello per salvare il castello storico di Trapani
IL SIMBOLO

Colombaia, ancora un appello per salvare il castello storico di Trapani

La Colombaia, uno dei simboli della città, oltre che componente dello stesso stemma di Trapani, ha tagliato il traguardo dei 2.500 anni. Ma, a prescindere dalle limitazioni imposte dalla pandemia, nessuno ha festeggiato. Anzi, da parte dell’Associazione Salviamo la Colombaia è partito l’ennesimo grido di allarme-appello perché si cerchi di fermare il degrado e l’abbandono (anche ai vandali e ai ladri) dell’antico Castello di Mare.

«Chiù vecchiu da Culummara». Il modo di dire che, comunque, testimonia quanto stretto sia il legame tra i trapanesi e il monumento, viene richiamato da Alberto Costantino nel suo ultimo libro «Il Castello della Colombaia, 2500 anni di storie, miti e leggende»(Margana Editrice) che, appunto, ne ripercorre i duemila e cinquecento anni di storia, dai classici greci e latini che gli attribuiscono la magia di un colosso a quella delle liti dinastiche, come i tre giorni di prigionia della Regina Costanza d’Aragona (1360).

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X