stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Fossato punico di Marsala, Comune pronto alla gestione
BENI CULTURALI

Fossato punico di Marsala, Comune pronto alla gestione

di

Il Comune di Marsala si prepara ad acquisire la gestione del fossato punico, la struttura del sistema difensivo dell'antica Lilibeo del III secolo a.C., di cui restano oggi soltanto alcune aree. Queste sono le sole che restano, assieme ad alcuni tratti dell'ex gasometro di via Giulio Anca Omodei, salvatesi dalla devastazione cementizia degli anni'50-'60 e destinate a costituire ora, assieme alla Villa Cavallotti, un secondo «polmone di verde» in città.

L'Amministrazione comunale, ha infatti superato le varie «resistenze» avanzate nel mese di maggio dello scorso anno circa l'acquisizione in comodato d'uso gratuito del fossato, sul quale c'è da anni il parere favorevole espresso dalla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali e dell'Identità Siciliana, che non è certo disponibile ad assumersi l'onere della manutenzione del fossato dal momento che ha in carico gli interventi manutentivi dell'intero Parco Archeologico di Lilibeo.

Il fossato punico potrebbe, pertanto, essere acquisito al patrimonio comunale come i Palazzi Grignani, Fici e il Teatro Impero.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X