stampa
Dimensione testo
ARCHEOLOGIA

Marsala, la statua del dio Baal fa ritorno all'isola di Mothia

archeologia, Lorenzo Nigro, Trapani, Cultura
In foto il prof. Lorenzo Nigro sull'isola di Mothia

Realizzata dai componenti della missione archeologica sull'isola di Mothia dell'Università "La Sapienza" di Roma, nel pomeriggio del prossimo 7 settembre, una ricostruzione della statua del dio Baal, adorato dagli antichi moziesi, sarà ricollocata al centro del Kothon, una grande vasca con acqua salata collegata al mare che per lungo tempo si è pensato fosse un piccolo porto riparato all'interno dell'isola o un cantiere navale e che, invece, di recente, gli studiosi hanno scoperto essere stato un luogo per cerimonie sacre.

La statua di Baal, in una nota della missione archeologica dell'università romana guidata dal professor Lorenzo Nigro, viene definita "uno dei primi colossi nella storia del Mediterraneo". A distanza di parecchi secoli, dunque, Baal sarà nuovamente al centro del Kothon quale "nume tutelare della acque sacre" di Mothia.

All'evento potranno assistere, per ragioni logistiche, non più di 150 persone, che saranno accompagnate sull'isola su un'imbarcazione di Mario Ottoveggio, armatore della "Krivamar Navigation".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X