stampa
Dimensione testo
DAL GDS IN EDICOLA

Marsala punta a un museo delle navi: il sogno di Tusa inizia a prendere forma

di
Marausa, nave romana, sebastiano tusa, Trapani, Cultura

La presentazione dei legni della nave romana di Marausa al Baglio Anselmi, premessa per l'istituzione a Marsala del «Museo delle navi», accarezzata per anni dal compianto «archeologo prestato alla politica», Sebastiano Tusa, ha aperto la strada per creare, proprio a Marsala, una struttura museale degna della cultura e della tradizione archeologica del territorio.

Era il progetto al quale ha intensamente lavorato per anni Tusa nell'interesse dell'arte e della ricerca archeologica. Con il posizionamento della Nave romana di Marausa al Baglio Anselmi e dei vari reperti che durante le ricerche sono venute alla luce, Marsala ha oggi tutte quelle condizioni poste da Sebastiano Tusa per consolidare il suo ruolo di «civiltà e cultura» con la creazione del «Museo del mare».

Oggi, con l'allocazione della Nave romana di Marausa che, comunque, dovrà essere ancora ben sistemata con i suoi reperti, anfore e tubuli di terracotta recuperati assieme ai legni, grazie al lavoro di ricerca effettuato fino al recupero di tutto il materiale, ligneo e di terracotta, dagli appassionati subacquei Tony Di Bono e Dario D'Amico nel '99, sono state create tutte le condizioni per dare corpo a quello che sino alla fine è stato il sogno di Sebastiano Tusa: creare a Marsala il «Museo delle navi» e non solo.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X