stampa
Dimensione testo

Tra tradizione e storia, a Mazara del Vallo il Festino di San Vito

di

San Vito e la Grande Guerra”: questo il tema del Festino di San Vito 2018, che prenderà il via mercoledì 22 agosto per concludersi domenica 26 agosto.

“In questa edizione – spiega il prof. Giovanni Isgrò, coordinatore del Festino, in una nota pubblicata sulle pagina social del Sindaco - intendiamo coniugare la celebrazione festosa del Santo Patrono con il centenario della fine del Primo Conflitto Mondiale: due argomenti che si intrecciano anche in riferimento alla tradizione devozionale che caratterizza diverse aree del Triveneto impegnate nella Grande Guerra".

Alla tradizionale processione storico-ideale a quadri viventi e del Carro Massimo (23 agosto) partecipa quest’anno il Coro degli Alpini del Friuli provenienti da Pordenone e da San Vito al Tagliamento, unitamente alle rappresentanze delle Forze Armate in congedo delle diverse Armi.

Caratterizzeranno il Festino, inoltre, l’esibizione acrobatica dei portatori della statua di San Vito di Burgio ed il ritmo incalzante dei tamburi di Aspra. La tradizionale consegna della chiavi della città da parte del sindaco Nicola Cristaldi al Vescovo della Diocesi, Mons. Domenico Mogavero, avverrà in presenza delle massime autorità civili, militari e religiose e del Sindaco di San Vito al Tagliamento On. Antonio Di Bisceglie, in omaggio alla cittadina friulana che ospitò il più grande ospedale da campo del Primo Conflitto Mondiale.

Il programma della Festa, oltre alla sacra rappresentazione “San Vito e la Grande Guerra” (24 agosto) e ad altri spettacoli serali, prevede performance sportive e di artisti figurativi di strada.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X