stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Alcamo, le antiche cave diventano un museo
FOSSILI

Alcamo, le antiche cave diventano un museo

di
Finanziamento di 5 milioni di euro per la riqualificazione per realizzare un anfiteatro al servizio della Cittadella dei giovani

ALCAMO. Di quel luogo dove si estraeva e si lavorava il marmo, attività che, grazie anche all'esportazione del celebre travertino alcamese, era tra le principali fonti di reddito ad Alcamo, adesso si punta sempre di più a valorizzare l'importanza geopaleontologica. Arrivano anche esperti dall'Inghilterra, per studiarne i segreti preistorici.

Si tratta delle Cave Cappuccini, dove è in corso l'opera, finanziata con fondi europei (5 milioni di euro), di riqualificazione per realizzare un anfiteatro al servizio della Cittadella dei giovani, con annesso Museo della pietra, per cui va avanti l'iter per l'istituzione di un Geosito. Ed è in quel luogo particolare, che ieri, grazie alla disponibilità dell'ingegnere Gino Pitò, responsabile della sicurezza nel cantiere, del geologo Antonio Bambina e del paleontologo Antonio Cusumano, è stato possibile intervistare due studiosi inglesi che si sono recati ad Alcamo per approfondire i loro studi finalizzati a datare con esattezza l'età a cui risalgano i reperti fossili presenti nell'area, quali le uova di tartaruga e i resti dell'elefante nano.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X