stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nessuna notizia della moglie in Ucraina, continua il dramma dell'ingegnere trapanese
MARIUPOL

Nessuna notizia della moglie in Ucraina, continua il dramma dell'ingegnere trapanese

guerra in ucraina, Trapani, Cronaca
Baldo Valenza con la moglie Yuliia Prodan

L'ultimo appello lo aveva lanciato venerdì scorso. Ma da allora la situazione è tristemente la stessa. Baldo Valenza, 44 anni, ingegnere trapanese residente a Torino dal 2007, sta facendo di tutto per rintracciare la moglie che da quasi 20 giorni è in Ucraina. Ma l'unica voce che sente ogni volta che prova a chiamarla al suo cellulare è quella della segreteria.

Di Yuliia Prodan, 36 anni, dipendente di una Rsa, non si hanno notizie da oltre un mese, ovvero da quando è partita per l'Ucraina per rivedere i familiari dopo due anni di lontananza a causa del Covid. Era il 17 febbraio quando ha raggiunto Mariupol che di lì a poco sarebbe diventata una delle città più bersagliate dall'esercito russo.

"Purtroppo non ci sono novità", risponde Baldo Valenza alla domanda se da venerdì scorso fosse cambiato qualcosa. L'ingegnere trapanese trascorre le sue giornate nell'ansia. L'ultima volta che ha parlato con la moglie era il 2 marzo: “Mi aveva detto che lì andava tutto bene, sono però certo che mentisse per non farmi preoccupare".

Da quasi 20 giorni il telefono della moglie non squilla nemmeno e nemmeno i suoceri sono raggiungibili. Poche ore prima quell'ultima conversazione, Yuliia aveva trovato riparo in una cantina dove aveva trascorso la notte insieme alla nonna, mentre si sentiva il fragore dei bombardamenti all'esterno. Adesso Baldo non fa altro che sperare di risentire la sua voce.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X