stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, lungo la via Fardella percorsi tattili per non vedenti
COMUNE

Trapani, lungo la via Fardella percorsi tattili per non vedenti

di
«Acceleriamo il passo verso una città con strutture per gli ipovedenti». dichiara il sindaco Giacomo Tranchida
non vedenti, Giacomo Tranchida, Trapani, Cronaca
Via Fardella

In via Fardella, a Trapani, saranno realizzati dei percorsi tattili per non vedenti. I lavori partiranno nei prossimi giorni e si dovrebbero concludere nelle prime settimane del 2022. L’investimento previsto ammonta a 340 mila euro, somme concesse dal Ministero dell’Economia nell’ambito di un progetto presentato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giacomo Tranchida.

Il tratto della centralissima arteria viaria che sarà interessato dall’intervento è quello compreso tra la via Marsala e la via Scontrino. È previsto anche l’abbattimento delle barriere architettoniche e percettive. Di conseguenza saranno adattati gli scivoli e riposizionate le chiamate semaforiche. I nuovi attraversamenti pedonali saranno sia rialzati che a raso in asfalto stampato. Inoltre, grazie ad un moderno sistema tecnologico, sotto ad ogni lastra-massello verrà sistemato un tag a radiofrequenza che potrà essere letto dal ricetrasmettitore situato nel bastone elettronico che comunicherà nell’auricolare dello smartphone informazioni su ciò che si trova intorno, come ad esempio le vie, servizi, uffici pubblici, linee dei mezzi di trasporto e altro ancora.

«Si tratta – ha spiegato dichiara l’ingegnere Saverio Cappello, responsabile del progetto- di una palestra di civiltà perché la normativa non pregnante non ci ha abituati a tenere conto delle disabilità sensoriali. L’innovazione del progetto risiede nell’integrazione delle informazioni tattili con le informazioni vocali. Vediamo dunque introdotta la multimedialità nell’assistenza ai disabili sensoriali». La via Fardella è una delle strade più trafficate della città e quindi a più alto rischio per i pedoni, come rimarcato dall’assessore ai lavori pubblici Dario Safina che si è soffermato sugli aspetti che riguardano la maggiore sicurezza. «La scelta è stata quella di realizzare, grazie ad un finanziamento statale, dei percorsi che integrano il tatto con l’audio, permettendo cosi una circolazione più sicura degli ipovedenti ma anche dei normodotati visto che saranno ridisegnati tutti gli attraversamenti pedonali», ha rimarcato Safina.

«Acceleriamo il passo – ha dichiarato il sindaco Giacomo Tranchida - dall’abbattimento di molte barriere architettoniche ad una visione di Trapani che si doterà di strutture per gli ipovedenti, tutelando contestualmente la circolazione dei pedoni nella più importante arteria cittadina, ossia la via Fardella. La realizzazione di questi percorsi, che rappresentano un passo verso la modernità tra i pochi esempi in Sicilia ed in Italia, segna un ulteriore cambiamento volto a rendere Trapani accogliente ed inclusiva, senza lasciare nessuno un passo indietro».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X