stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, maestra troppo dura con gli alunni: arriva la condanna
SENTENZA

Trapani, maestra troppo dura con gli alunni: arriva la condanna

Il giudice infligge sei mesi all'insegnante accusata di utilizzare metodi irregolari con i ragazzi

Riqualificata l’accusa da «maltrattamenti» ad «abuso dei mezzi di correzione», il giudice monocratico di Trapani Giancarlo Caruso ha condannato la maestra Sebastiana Bruni a 6 mesi di reclusione, pur con il beneficio della sospensione condizionale. Il pm Giacomo Barbarino, per l’originaria accusa di maltrattamenti, aveva proposto, invece, la pena di un anno e 8 mesi.

L’imputata, che è stata difesa dall’avvocato Nino Sugamele, aveva già subìto la misura interdittiva della sospensione dall’insegnamento, sulla base delle indagini che sono sfociate nel processo. I fatti risalgono al 2015. Il processo, quindi, si è concluso a 6 anni di distanza. «Giustizia, comunque, è stata finalmente fatta» ha dichiarato la mamma di una bambina che sarebbe stata tra le vittime della maestra, parlando anche a nome di tutti gli altri genitori che si erano costituiti parte civile, assistiti dall’avvocato Agatino Scaringi.

Oggi un servizio di Giacomo Di Girolamo  sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X