stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Imprenditore marsalese muore a Capo Granitola durante una battuta di pesca subacquea
CAMPOBELLO DI MAZARA

Imprenditore marsalese muore a Capo Granitola durante una battuta di pesca subacquea

Giovanni Marino, di 55 anni, ha perso la vita durante una battuta di pesca. Avviate le indagini
Trapani, Cronaca
Lo specchio d'acqua in cui è stato trovato morto il sub marsalese

Tragedia nel Trapanese: un sub, Giovanni Marino, di 55 anni, è morto durante una battuta di pesca nello specchio d'acqua davanti a Capo Granitola, in territorio di Campobello di Mazara.

La vittima è un imprenditore marsalese, titolare di un’azienda in contrada Strasatti. L’uomo, appassionato di subacquea, era uscito da casa domenica mattina comunicando ai familiari che avrebbe raggiunto la baia del Faro, a Torretta Granitola per una battuta di pesca in apnea. Non era la prima volta che Giovanni Marino si allontanava da casa per una mattinata da trascorrere a mare. Domenica scorsa, però, non ha fatto più rientro a casa. Ad allarmarsi sono stati i familiari che non vedendolo tornare hanno avvertito le forze dell’ordine, dando indicazioni sul posto esatto dove andava a pescare e che lui stesso aveva comunicato ai familiari. Così, sono iniziate le ricerche nella zona di Capo Granitola.

Giovanni Marino, il sub marsalese morto

Dalla Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo è stata fatta uscire una motovedetta impegnata sino a sera nelle ricerche. È stata la stessa guardia costiera a richiedere l’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco, ma a trovare il cadavere dell’uomo adagiato sul fondale sono stati gli uomini della Capitaneria di porto (al comando di Enrico Arena) collaborati da alcuni diportisti che si sono messi a disposizione con le proprie imbarcazioni nelle ricerche sui bassi fondali prossimi alla spiaggia. Sul corpo recuperato è stata effettuata una prima ispezione cadaverica da parte del medico legale, che ha escluso la presenza di elementi sul corpo tali da richiamare un’eventuale responsabilità di terzi. Così la Procura della Repubblica di Marsala, già domenica notte, ha disposto la restituzione ai familiari del corpo senza vita dell’imprenditore.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X